Senza categoria

al-meno bigama.

bigamia: della capacità di una persona di amare due persone alla volta. vedi alle voci:
poligamia/poliamore/insaziabilità/incapacità di accontentarsi o di scegliere.
sicuramente, io sono AL MENO bigama.lo so con certezza ora, momento della mia vita in cui mi scopro
totalmente non in grado di rinunciare ad una persona per un’altra. o quanto meno, di non volerci nemmeno
provare.

perciò sì, potenzialmente sono bigama. perchè in questo preciso momento, non sarei in grado di mollare
nulla di ciò che ho per sostituirlo con qualcos’altro. tutt’al più, potrei solo aggiungere. aggiungere
persone capaci di comprendere, accettare, amare e convivere con questa mia capacità.

la Treccani a bigamia recita:
“reato di chi…blabla….delitto bilaterale…blabla…la pena….blabla”. che tristezza. ad oggi, per lo
stato italiano bigamia è solo un reato tra persone. non un sentimento. e solo tra persone CHE SI SPOSINO.
il caso in cui due o più persone si INNAMORINO non è nemmeno contemplato, la parola esiste solo in quanto
indicante un reato. non una possibilità quotidiana tangibile e vera. fantastico, realizzo solo adesso che
uno dei più distinti dizionari descriventi il nostro mondo non si prende nemmeno il disturbo di considerare
la bigamia come qualCOSA. qualcosa che accade. che succede. che ESISTE. che è POSSIBILE. qualcosa da
insegnare ai nostri figli, per permettere loro di scegliere meglio o quanto meno di tollerare. che
tristezza. essere innamorati di due persone insieme….alzi la mano chi non lo è mai stato. ma sarebbe
troppo scioccante ammetterlo. figurarsi addirittura SCRIVERLO.
in tutto questo, ci salva wikipedia, che almeno mette una pagina di disambiguazione con un collegamento
alla voce poligamia. ma wikipedia non è IL sapere. è solo una raccolta di informazioni redatta a più mani.e
comunque, nemmeno qui si parla di amore.

a pensarci bene, è un bene raro, innamorarsi. non è facile che succeda con una persona. immaginatevi con
due! per questo mi chiedo: sono mai stata davvero bigama? forse sì. spessissimo ho avuto due storie
contemporaneamente. all’insaputa l’una dell’altra, ovviamente, sì. ho tradito spesso, sì, un uomo con un
altro. ma non per forza per amore. ho avuto storie parallele, spesso, sì, ma non ero innamorata veramente
di entrambi… e poi… sì. ancora: sì. per un breve periodo di tempo, ho avuto il piede proprio spalmato
su due differenti staffe. durato pochissimo, per una combinazione puramente casuale di eventi.che poi…
casuale davvero oppure no? questo non lo saprò mai. so che si è conclusa, in frettissima, perchè io ho
chiuso una delle due storie. forse avevo solo paura di quel che sarebbe potuto succedere. in fondo, le
coincidenze molto raramente sono coincidenze. poche coincidenze sono frutto puro del caso. la maggior
parte, forse sono solo qualcosa che dovremmo ASCOLTARE.

comunque, così è stato. ho attraversato la strada di una persona, agguantata solo per caso. poi persa. poi
ritornata. poi persa. poi ritornata. in tutto questo, ero innamorata di un’altra persona. persa e ripresa.
persa e ripresa. poi persa. sono stata una donna bigama? sì. c’è stata una piccola sovrapposizione di
momenti, minuscola, in cui io ho amato tutti e due. in cui avevo doppie conversazioni della buonanotte.
doppio messaggio del buongiorno. reciproche consultazioni tra i tre capi del triangolo su argomenti di bene
comune. è durato solo un soffio. eppure. mi sono sentita così bene. non dico completa, ma sicuramente
serena. serena e tranquilla che almeno uno dei due a mia disposizione l’avrei semrpe trovato. vi suona un
po’ egoista, crudele e materiale? un po’ troppo superficiale come motivazione? può darsi. eppure è così. è
come quando vai al supermercato e non trovi proprio quello che cercavi, ma compri due articoli che,
sommati, danno il risultato che tu speravi di trovare in uno solo. cinica? può darsi. elisa diceva che sono
una donna troppo esigente per trovare davvero pace con un solo uomo. che uno solo non basta. è la verità?
ci sono persone che non sono in grado di completarsi in una sola metà? o sono solo io che sono dannatamente
egoista e intransigente per cui non mi basterebbe nemmeno l’intero esercito italiano (se non fosse che
l’ultimo buon proposito era “mai più militari”)?

questa risposta non la so. ditemelo voi. oggi, mi proclamo al-meno bigama. perchè poi in realtà una vera
vita poligama non l’ho mai avuta. sempre due, ora che ci penso. perchè forse due potrebbero bastare. perchè
forse è la mia idea di stabilità. il mio calore di casa. forse bigama è la soluzione, forse lo sarò sempre.
o forse non basterà. mai.

Annunci
Standard

2 thoughts on “al-meno bigama.

  1. piccola precisazione sintattico-lessicale: per una femminuccia il termine più corretto è poliandrica, per la verità.
    Per il resto, forse è più difficile non scegliere che scegliere, quindi ti facciotutti i miei complimenti ed i miei auguri

    • dovrei sostituire bigama con poliandra? piccola precisazione: poligamia sta per “più di una relazione”. in realtà non ha un vero sesso intrinsecamente contenuto nel testo. è unisex, come dire. quindi anche bigamia. no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...