Senza categoria

poligamia monolaterale (o Delle Chimere e delle Infinite Sfumature)

premessa: uso il termine POLIGAMIA per
indicare tutto ciò che è contrario alla
MONOGAMIA. detesto il termine POLIAMORE,
ma sarebbe il suo equivalente.

a volte capita. che hai bisogno di
essere l’unica. e a volte capita. che
hai bisogno che ci siano ALTRE. non per
forza anche ALTRI. se c’è una qualità
ammirevole nell’essere umano è che non
è descrivibile con indici discreti, ma
solo tramite sfumature. sarebbe a dire,
che non esistono davvero muri e limiti e definizioni, ma una infinita quantità di mescolanze di oggetti, forme, caratteristiche, qualità…. nessun confine reale. nessuna definizione strettamente rispettata. nessuna possibilità realistica di classificazione.

le regole le inventiamo noi. e quando troviamo qualcosa che non le segue, la classifichiamo con il rassicurante nome di ECCEZIONE. lo facciamo con tutto, anche con noi stessi. probabilmente, questo ci fa sentire più sicuri. ci fa apparire l’universo un po’ più ordinato di quello che realmente è e la nostra vita un po’ più prevedibile di quanto in realtà non sia.
la verità è che le leggi universali su cui basiamo la nostra conoscenza e tramite cui costruiamo palazzi non esistono, non nel senso stretto del termine. così come le catalogazioni o i confini. una sola “eccezione” basta a de-confermare la regola. una sola non-spiegazione è sufficiente a mettere in moto cervelli per la ricerca di un modello migliore di descrizione della realtà, che comprenda anche ciò che il precedente aveva escluso. prendiamo la natura della luce ad esempio. prendiamo la relatività. prendiamo la storia della terra piatta appoggiata su quattro elefanti appoggiati su una tartaruga. procediamo per errori. cataloghiamo per superbia.

non smetteremo mai di far fiorire nuove tipologie di relazione. personalmente, ho sempre praticato l’infedeltà seriale prima di scoprire che esiste una cultura del consenso sulle “scappatelle” e sul sesso “extra coniugale”. attualmente, amo la mia libertà e credo di essere una poligama, sia “sessuale” che “sentimentale”, nella forma più classica.
a volte però attraverso strani periodi. dove “strano” sta per “non normale” inteso come “lontano a sufficienza dalla media”. a volte soffro di poligamia monolaterale. o meglio, sono monogama ma non lo pretendo. anzi, amo la poligamia del mio uomo. a parte iracondi e passeggeri attacchi di ansia/panico/gelosia che in genere mi colgono quando non conosco il “nemico” o quando si tende a privarmi di qualche cosa in nome di qualcun’altra, mi piace sentire parlare il mio uomo delle altre. mi piace vederlo andare via con loro sottobraccio. adoro stare a guardare ciò che si può guardare ( e spesso anche quello che “non si può”).
questo comportamento è forse lontano dalla media. sono una poligama capace di tollerare la monogamia monolaterale. non ho bisogno di possedere altro, a volte. a volte mi basta un solo uomo. per brevi, acuti periodi. a volte non desidero altro. a volte non ho bisogno di altro. i monogami userebbero il termine “ti basta” o “ti soddisfa”. la verità è che no, un uomo solo non mi soddisfa mai. esattamente come non mi soddisferebbe un solo gusto di gelato o un solo tipo di pasta per tutta la vita. non posso SCEGLIERE davvero. posso scegliere di non scegliere, al massimo. ma la maggior parte delle volte no, non mi basta. non mi soddisfa. ancora, la classica risposta di un monogamo sarebbe “perchè non hai trovato ancora quello giusto”. e la risposta classica è “perchè non esiste”. non esiste, una persona in grado di bastarmi per tutto, in tutto, per sempre. non c’è. amo ogni cosa ed il suo contrario. gli occhi verdi e gli occhi blu. gli spaghetti e le tagliatelle. l’amore romantico e il sesso violento. gusto pistacchio e gusto cioccolata fondente.l’uomo attempato e il ragazzino ventenne. le vacanze al mare e quelle in montagna. il letterato e lo sportivo. il pesce e la carne. l’uomo e la donna.
perchè? non lo so. forse perchè vedo il mondo senza confini. senza regole. senza etichettature. forse perchè vedo solo infinite sfumature.

Annunci
Standard

3 thoughts on “poligamia monolaterale (o Delle Chimere e delle Infinite Sfumature)

  1. Amo Domio ha detto:

    Poligamia seriale e parallela, uno spunto interessante di riflessione. Personalmente ho sempre praticato la seconda anche se e’ la piu’ difficile da far accettare anche se alla fine i risultati sono gli stessi.
    Aggiungerei altri due termini per arricchire il tema, “appartenenza” e “possesso”……..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...