Senza categoria

Il desiderio. La voglia. La passione. L’irrequietezza. L’imprendibilita. La sfrontatezza. [Fermento di vita in subbuglio]

Una coppia di fronte a me. Si baciano. Mi chiedo quale sia il significato della parola amore nella loro coppia. Mi chiedo quale significato della parola amore più si adatti alla loro coppia. E quale alle coppie aperte. Chi è il tuo amore.? Chi è la persona con cui dormi.? Quella con cui scopi? Quella con cui ceni? Evolutivamente parlando, dove stiamo andando a parare.? Qualisonole sfumatureconsentite e quali quelle proibite.?

Penso al mio ultimo rapporto monogamo. Davide avrebbe dato risposte del tutto diverse alle stesse domande. Vediamo un po’ di chiarire.

Quando ho iniziato ad essere poligama? La risposta corretta é: lo sono da sempre. Non sono mai stata monogama. Nemmeno da piccola. Nemmeno con le femmine. Nemmeno con i maschi. Per riassumere: in principio fu il caos. Caos più totale. Di nomi, innanzitutto, sul mio diario segreto. Non ne volevo uno. Li volevo tutti. E questo in barba a tutti quelli che mi dicono che prima o poi cambierò. Cambierò.? Perché, si può essere diversi da quel che si é?io non credo, no. Credo che possiamo cambiare, lievemente. Ma credo che ci siano dei pilastri di fondo che sono immodificabili. Il mio primo é che non sono monogama. Che io poi sia solo bigama o del tutto poligama, beh questa é una domanda buona. Perché la risposta io ancora non la so.

La domanda corretta è: da quanto tempo sei consciamente una poligama? La risposta più sincera é: da quando ho imparato ad accettare me stessa. E mi ci é voluto un po’, credetemi. Non è facile. Non è facile continuare ad andare avanti quando attorno a te tutto rema nell’ altra direzione. E non è nemmeno facile continuare a guardare avanti quando il resto delle persone che conosci si sta sbracciando per indicarmi che la verità è nell’ altra direzione.la verità, si. Perché voi ci trattate come se la nostra fosse una decisione fallace, un errore di valutazione, un inganno della mente a se stessa. Non vi passa nemmeno per il cervello l’idea che quelli a sbagliare potreste non essere voi e potremmo non essere nemmeno noi. Perché semplicemente potrebbe esistere un altro modo di pensare. La maggior parte di voi si ferma sui cliché più a portata di mano, sì nasconde dietro parole ormai cadute in disuso nella quotidianità di ciascuno di noi. Vorrei sapere quanti di voi non hanno mai tradito. E quanti, di quelli che hanno tradito non si sono almeno una volta giustificati adducendo “buone ragioni”. vorrei sapere tra voi chi è che ha davvero il coraggio di scagliare la prima pietra. Chi non ha mai desiderato, sognato, fantasticato o anche solo invidiato la vita che noi facciamo. Pochi, davvero di voi. Pochi, ma esistono. E sono lì, col mitra pronto, nascosti dietro ad uno scudo fatto di parole, tra le quali l’espressione più gentile deve essere “stronzi egoisti” e la più crudele non si può nemmeno riportare ma di sicuro ha a che fare con uno dei mestieri antichi del mondo. Perché puttane siamo e puttane rimarremo, almeno per un bel po’ davanti agli occhi del mondo. C’é da chiedersi che cosa non va, in noi. In me. Nel mio partner. Mi sveglio una mattina e ho voglia di scopare un altro. So wtf??? Qual’è il problema.? La cosa vi disturba? Non dovrebbe. La cosa mi disturba? Non dovrebbe. Eppure lo fa. Dannazione se lo fa. Vi disturba e vi corrode. Ci disturba e ci corrode. Ho già tentato di spiegarlo, miliardi di volte. Mai trovato un monogamo in grado di dirmi che la cosa va. Tutti a dire che non va. Eppure io non punterei mai odio e dolore addosso a nessuno di voi. Semplicemente, vi evito come la peste. Perché per voi gli appestati siamo noi. Sordidi ladri di mogli, mariti ed amanti. Non esiste più alcun luogo in cui vi possiate difendere con le spalle al muro da quando ci siamo noi, é così? Nessun lato da cui non guardare. Infiniti confronti. Ed infinite gare. So, ancora una volta, wtf?? Perché questa cosa non mi tocca, non mi lega, non mi spaventa? Che cos’ha il mio cervello che il vostro non possiede? La differenza, vorrei sapere, grazie, sé c’è. Perché io non la comprendo. Non la capisco. il Confronto é crescita. È miglioramento. Quanti di voi dopo aver tradito e lasciato hanno sospirato di sollievo perché si sono accorti di aver fatto la scelta giusta?? Illuminatemi, perché non comprendo. Immaginate la vostra vita senza tradimenti.forse sareste ancora fidanzati con la stessa bambina dalla quinta elementare. E avreste sbagliato tutto. Dove vogliamo arrivare? Alla libertà totale. In amore. Totale. Vorrei che a una bambino domani gli si facesse come prima domanda se gli piacciono di più i maschi o le femmine. E come seconda, se una sola o tutte. E poi, come terza, se ha la fidanzatina. O il fidanzatino. O se aspetterà di essere grande per provare come é l’esperienza con un trans. O il sesso di gruppo. O la famiglia allargata. O la vita da impenitente scapolo secolare.

A volte é difficile. Anche prenderle misure. Una coppia si bacia davanti a me e io mi chiedo quale sia la sfumatura della definizione di amore che più gli si addice. E quale a me.

Poligama, sicuramente. Per quanto ancora, non lo so. Eppure sono abbastanza sicura che sarà così molto molto tempo ancora. Non vedo perché no. Smetterò a breve di conoscere persone. Di guardare le donne quando passano. Di scannerizzare gli uomini al mio cospetto. Di ingoiare e divorare qualsiasi persona bella mi possa capitare sul cammino. Non c’è modo di evitare tutto ciò. È scritto nel mio sangue. Nel mio DNA.nella mia pelle e nel sorriso del mio viso. E scritto caratteri talmente cubitali che qualsiasi persona nuova mi conosca è in grado di accorgersene

E’. Il desiderio. La voglia. La passione. L’irrequietezza. L’imprendibilita. La sfrontatezza.

non c’è modo di convincermi, io io non sono altro. Altro che questo fermento di vita in subbuglio. Senza fine. Senza sosta.

Annunci
Standard

9 thoughts on “Il desiderio. La voglia. La passione. L’irrequietezza. L’imprendibilita. La sfrontatezza. [Fermento di vita in subbuglio]

  1. Erika (Car0nte) ha detto:

    Il mio primo commento su un blog…non l’ho mai fatto, lo faccio ora. Concordo in pieno su tutto ciò che hai scritto…ritrovo in queste parole così tanta familiarità ai pensieri che mi hanno attraversato la mente così tante e tante volte…. Penso che la monogamia si un inganno a se stessi…le persone sono così abituate a dirsi delle bugie, su tutto…utilizzando clichè sociali per giustificarle. Come per la fede nella religione, la gran parte delle persone ha bisogno di deresponsabilizzare se stessa dalle proprie scelte. Quindi diventa facile, affidare a dio la responsabilità di scegliere se essi siano dei bravi esseri umani oppure no, diventa facile lasciare che le autorità scelgano se siamo dei buoni cittadini o no…sempre che ci prendano a fare qualcosa di “sbagliato”… diventa facile, scaricare addosso al proprio partner la scelta giusta o sbagliata di stare insieme, i propri fallimenti sentimentali, la propria emotività castrata ecc ecc… Le persone cercano nel 90% dei casi qualcuno a cui scaricare il barile di se stessi, una persona fidata che accetti il loro peggio, con cui urlare e prendersela per tutto il resto della vita, perchè non sono in grado di farlo con se stessi…perchè non riescono ad affrontare se stessi, nella notte, alla luce dei loro desideri…non riescono ad affrontare le loro scelte, i loro sentimenti, non si rendono conto che la completezza non è data da un’altra persona che li accompagni tutta la vita, la completezza è data dal liberare se stessi, dal capirsi dall’autoanalizzarsi, e dall’autocurarsi e dall’auto volersi bene, solo così puoi avvicinarti ad un altro essere umano e capirlo, così com’è senza giudizi, senza pregiudizi…perchè questo per sempre, questo “tutta la vita” è un periodo già limitato di per se…l’unica persona con cui passerai tutta la tua vita sei solo tu. E loro non lo vogliono vedere. La monogamia è stupida, è un sistema per non crescere mai, evitare di avere altre relazioni che possono apportare molto alle nostre esperienze di vita, che ci insegnano come interagire con le persone, a conoscerle, a liberare la nostra repressione sentimentale, emotiva, sociale e culturale. Il per sempre, solo io e te, te e io..Questo è sbagliato, l’ho visto con i miei genitori, Quando purtroppo mio padre è morto , mia madre, per quanto triste…è stata liberata. Prima, quando lui c’era, era diventata succube della maniera di fare di mio padre, dei suoi pensieri, anche se non li condivideva, con il tempo ha iniziato a pensare che solo la maniera di vivere e di pensare di mio padre fosse giusta….ma lei prima non era così: ricordo cosa pensava mia madre quando io ero piccola, e quello che ne è venuto fuori dopo 20 anni è stata una donna trasformata, succube, remissiva, senza più sogni, senza più speranze… Significa questo? significa che è giusto, quindi? annullare se stessi per vivere ai piedi di una sola persona? perchè è inevitabile, che nelle coppie, in certi momenti qualcuno sia più debole di qualcun altro…ma non tutte le persone sono d’aiuto al proprio partner, alcune soverchiano il partner in difficoltà…e l’alternativa, in un rapporto monogamo è annullare se stessi perchè non si è abbastanza forti in quel momento?
    Ora mia madre è libera, è tornata a pensare con la sua testa, a frequentare persone, sta facendo esperienze che non avrebbe più pensato di fare, è ringiovanita, è tornata ad avere degli obiettivi, probabilmente delle speranze, anche se lei fa fatica ad ammetterlo…ma io penso, se lei avesse avuto qualcuno oltre mio padre…non sarebbe stata più forte? non avrebbe ottenuto di più dalla vita? Egoismo, è una parola che non tollero…mi han dato spesso dell’egoista…ma se l’unica persona a cui devo rendere conto per tutta la mia vita sono io… Perchè è sbagliato per la società, essere egoisti?

    • “l’unica persona con cui passerai tutta la tua vita sei solo tu”

      … molte delle tue parole sono i pensieri nella mia testa.
      sono sicura che ne parleremo. presto. a sei occhi.

      un abbraccio.

  2. eldindondero ha detto:

    se c’è qualcuno che puo capire che cosa stai cercando di dire sono io
    e so (credo di sapere) anche il non detto che c’è dietro di esse
    un non detto che colpisce anche noi stessi alle spalle.
    La monogamia è una bestemmia ma anche una rivoluzione allo stesso tempo
    La poligamia una cosa del tutto naturale ma anche fonte di curioso disagio nel lungo periodo.
    Vorremmo trovare una donna o un uomo che sia contemporaneamente in grado di soddisfare ogni cazzo di bisogno che abbiamo. Ma quelli come noi hanno imparato a conoscersi cosi bene da sapersi troppo complessi per la massa di persone pure intelligenti che attraversano la vita.
    E allora decidiamo che l’amore che essi possono dare può lustrare l’anima ma non sollevare lo spirito e ci premuniamo di prenderci ciò di cui necessitiamo
    con la segreta speranza di trovare ciò che potrebbe soddisfare ogni cosa

    • “E allora decidiamo che l’amore che essi possono dare può lustrare l’anima ma non sollevare lo spirito e ci premuniamo di prenderci ciò di cui necessitiamo
      con la segreta speranza di trovare ciò che potrebbe soddisfare ogni cosa”

      giornataccia oggi per risponderti. ma se mi concedi i diritti d’autore, ti rubo la frase e appena mi passa il mal di testa ti rispondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...