poliamore, polyamore, Senza categoria

INTRO (a volte ci vuole. un nuovo inizio. una trasformazione.)

“Puoi andare dovunque nel mondo. Solo non puoi lasciar sapere alla gente chi sei veramente. Puoi vivere una vita completamente normale, regolare. Solo non puoi lasciare che qualcuno si avvicini abbastanza da sapere la verità.”

(Pahlaniuk)

una volta, non avrei saputo spiegare il perchè della mia fissazione per le farfalle.

Ma mi ricordo quando le osservai davvero per la prima volta: una mi si posò addosso. Bellissima, fino ad un istante prima. Orribile e mostruosa, a partire da quello dopo. Incredibile: la vidi, ingigantita sulla mia pelle, e d’un tratto mi accorsi che era orrenda. Ne fui spaventata. Schifata. Orriipilata. La scacciai con una manata. Da allora rifuggo le farfalle non appena tentano di avvicinarsi troppo. Ma ne rimango incantata, quando svolazzano lontano. Bellissime, da lontano, eppure così crudeli appena ti si avvicinano, ecco cosa mi affascina di loro. la loro doppia natura. in fondo, sono un toro cuspide gemelli, se credete in queste cose. la doppia natura è il mio pane quotidiano. il doppio gioco. l’inganno. la delusione.

sono passati almeno due decenni. e le farfalle le porto ancora ovunque. appese ai muri, sulle mie borse. 7 sul corpo. orecchini. fotografie.

realizzo oggi che la farfalla ha un’altra metamorfosi, inscritta in sè. una volta era un bruco. che per diventare ciò che è, ha dovuto subire una metamorfosi. una metamorfosi. interessante. quand’è che sono cambiata? oh. Sono cambiata molte volte. Ho cambiato pelle, veste, colore, in milioni di giorni diversi. Ho cambiato pensieri e credo. Ho cambiato sorriso. 

in realtà, sono sempre stata così. da sempre. farfalla. il mio bruco era il travestimento che usavo per non mostrarmi agli altri.

ed in realtà, tutti se ne sono sempre accorti. esistono due spiragli, nel nostro viso, attraverso cui ciò che è all’interno si può sempre vedere. letteralmente, due buchi. si chiamano occhi. qualcuno disse che sono le finestre dell’anima. ed ai miei occhi, non ho mai avuto scampo. “si vede” mi hanno sempre detto. “da cosa” mi sono sempre chiesta. qualcuno ha avuto il coraggio di rispondermi. “dal tuo modo di fare. da come ti muovi, da come sorridi. da come parli. me ne accorgo, all’istante, quando entra qualcuno che ti interessa. perchè ti brillano gli occhi. e in quell’istante, io scompaio. è come morire. tutto il tuo mondo è per lui. ed io non sono più nessuno”

dedico questo libro a tutte le persone che mi hanno visto solo come bozzolo. che aspettavano lo sviluppo del bruco. mia madre mi ha sempre detto che sono una adolescente in ritardo. il che è vero. ma è difficile dispiegare le ali quando sai che tutti intorno a te camminano. quando sai che il mondo è fatto di bruchi e che non conta che tu sia una bellissima farfalla. ti additeranno comunque come mostro.

dedico questo libro a tutte quelle persone che si sono accorte del vento che tirava dai miei spiragli. del profumo di selvaggio. della sensazione di fresco, sulla pelle. a chi mi ha sempre guardata come se fossi una pazza, indemoniata. sempre in cerca di qualcosa. sempre lì a combinar casini. inquieta. irriverente. so selfishly. a tutte le persone che ho ferito, ingannato, deluso.

dedico questo libro a tutte le persone come me. che si nascondono. che si coprono. che si celano. che ne parlano solo tra di loro e non avranno mai il coraggio di sbocciare se qualcuno non lo fa per loro. ebbene. c’è chi l’ha fatto per me, prima. ho da restituire un favore.

dedico questo libro a mia madre, a mio padre e a mio fratello. perchè la famiglia viene sempre prima di tutto. perchè mia madre si sta ancora chiedendo se avrà mai dei nipotini dalla sua figlia più grande e le devo un minimo di sincerità se voglio che abbandoni le speranze. perchè mio padre si starà chiedendo forse dove ha sbagliato (in nessun punto, papà. nessuno ha sbagliato niente. neppure tu, mamma).

perchè mio fratello forse è ancora convinto di essere l’unico pazzo della famiglia. l’unico diverso. l’unico da manuale. l’unico con dei segreti.

ebbene. no.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...